Yangon (Rangoon) in un giorno: la porta di accesso alla Birmania (Video)

**CLICCA SULL’IMMAGINE PER IL VIDEO**

Siamo arrivati in Birmania in aereo con un volo da Kuala Lumpur e subito ci siamo sentiti catapultati in un mondo completamente diverso.
Yangon per noi è stata la porta d’accesso a questo nuovo Paese e per un giorno ci siamo immersi nel suo centro storico e ci siamo illuminati osservando l’immensa pagoda.

YANGON IN UN GIORNO: DALL’AEROPORTO AL CENTRO CON L’AUTOBUS

Già all’aeroporto internazionale di Yangon, la modernità che ci aveva accompagnato in Malesia, sembra essere sparita.
Niente treni express che collegano con il centro città, solo taxi o una camminata di due chilometri per prendere un autobus.
Noi scegliamo l’opzione 2 e ci incamminiamo, all’uscita dall’aeroporto a destra, seguendo l’unica strada asfaltata.
Ed è già tutto così particolare… piccoli monaci bambini camminano con noi e ci scrutano, le persone a cui chiediamo informazioni ci rispondono a gesti perché non parlano inglese, qualcuno ci sorride.
Arrivati sulla polverosa strada principale prendiamo l’autobus 37 che in circa 40 minuti ci porta nella zona centrale, passando per l’enorme pagoda dorata e il lago.
Posiamo gli zaini e iniziamo ad esplorare la città.
yangon

YANGON IN UN GIORNO: IL CENTRO

Attorno alla Sule pagoda, alta 44 metri e sorella più vecchia della famosa Shwedagon, corrono le strade trafficate di Yangon.
Questo è il cuore della città e a breve distanza si trovano il Municipio, la Immanuel Baptist Church e il parco Maha Bandula.
La via accanto al parco la sera si riempie di banchetti che vendono cibo di strada. Noi abbiamo assaggiato degli spiedini davvero buonissimi (ci siamo tornati 2 volte!).
yangon
Dalla piazza accanto alla Sule Pagoda partono vari autobus molto utili per visitare la città come il 36 per la stazione dei bus Aung Mingalar o il 29 e il 12 per arrivare al Chaukhtatgyi Buddha (costo del biglietto 200 kyat).
A ovest della Sule pagoda si estende invece il quartiere di China Town con mercati colorati e piccoli ristoranti.

YANGON IN UN GIORNO: CHAUKHTATGY BUDDHA E LA SHWEDAGON PAGODA

Dalla fermata di Sule, proprio dietro la pagoda, prendiamo l’autobus 29 e in 20 minuti circa (traffico permettendo) arriviamo davanti all’ingresso del tempio dove è custodito una delle più grandi statue di Buddah reclinato in Birmania: il Chaaukhtatgy Buddah (ingresso libero).
Sotto un tetto di alluminio e a tratti un po’ kitsch, si trova questa enorme statua con dei bellissimi piedoni decorati.
Il luogo è molto tranquillo e ancora pochi sembrano essere i turisti che lo visitano.
yangonyangonFuori dal tempio, troverete dei signori che si proporranno di accompagnarvi al centro di meditazione. In cambio di una donazione al tempio (non libera ma di minimo 5000 kyat) vi mostreranno le persone che lì vivono e meditano.
yangon

Salutata la statua del gigantesco Buddah, facendo una camminata di circa 1.5 chilometri si raggiunge la Shwedagon Pagoda, il simbolo di Yangon. Vi si può accedere da 4 entrate principali dotate di scale o ascensori.
L’ingresso ha un costo di 10000 kyat, le scarpe e le calze vanno lasciate all’entrata ed è necessario indossare pantaloni lunghi e avere le spalle coperte, sia per gli uomini che per le donne.
Il luogo è davvero stupendo. La stupa dorata altissima risplende e fa apparire più luminosi e belli anche tutti gli altri piccoli templi che la circondano.

yangon yangon

Il giro attorno alla stupa deve essere fatto in senso orario mentre si osservano alla base le statue corrispondenti al giorno di nascita.
I fedeli si fermano a pregare proprio davanti alla statua che rappresenta il loro giorno, decorandola dei fiori e bagnandola con dell’acqua.
Si rimane estasiati davanti a così tanto splendore e i canti dei fedeli contribuiscono a creare un’atmosfera mistica in questo luogo. L’oro illuminato dal sole e il cielo azzurro rendono quasi surreale questa esperienza.

QUI ALTRI POST SULLA BIRMANIA

Share it!

Yangon (Rangoon) in un giorno: la porta di accesso alla Birmania (Video) ultima modifica: 2018-02-16T16:06:08+00:00 da Angy&Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *