SCHEDA SIM STATI UNITI

Può essere utile comprare una SIM quando si fa un viaggio negli Stati Uniti? Quale è l’operatore migliore? Quali sono le tariffe?
In questo articolo tutte le informazioni se stai per organizzare un viaggio negli Stati Uniti e hai bisogno di avere una connessione dati sul tuo telefono cellulare. Parleremo anche del fatto che sia utile o meno, dei costi, delle diverse opzioni.
Gli Stati Uniti sono un Paese davvero molto grande dove i singoli Stati amministrano in modo diverso alcune questione. Generalizzare non è possibile, soprattutto quando si parla di diffusione della rete Wi-Fi, ma alcune caratteristiche comuni ci sono e andremo ad analizzarle ora.

Non partire senza la guida Lonely Planet per gli Stati Uniti occidentali

Metti in valigia l’adattatore universale per le prese di corrente

san francisco in due giorni

SCHEDA SIM STATI UNITI: SERVE DAVVERO

Acquistare una SIM americana può o meno essere necessario a seconda delle esigenze. In generale, se si visita il Paese per motivi di turismo, si può anche fare a meno a di fare questo acquisto. Negli Stati Uniti, i McDonald sono davvero ogni 500 metri. E che c’entrano i McDonald?? dirai! Beh sappi che i McDonald hanno sempre il WiFi gratuito e spesso non c’è nemmeno bisogno di entrare per connettersi perchè già nel parcheggio esterno la connessione funziona.
A parte i Mc, comunque, il WiFi in generale è davvero molto diffuso negli Stati Uniti e rimanerre connessi anche senza scheda SIM è piuttosto semplice. Gli unici accorgimenti che ci consigliamo di dare è di scaricare la mappa offline degli USA da usare su GoogleMaps anche senza connessione e di installare l’App di Google Traduttore soprattutto se si è poco ferrati con l’inglese.

Potrebbe interessarti anche:
Prelevare negli Stati Uniti: carte o contanti?
Road Trip America: consigli utili

POSSO USARE LA MIA SCHEDA SIM ITALIANA NEGLI USA?

Assolutamente sì, la SIM italiana funziona perfettamente anche quando ci si trova negli Stati Uniti. Il problema non è il segnale ma i costi. Le tariffe applicate possono essere anche molto alte a seconda dell’operatore. Per conoscerle in anticipo, consigliamo di contattare il proprio operatore. In alternativa, è possibile aspettare il momento in cui si sbarcherà negli USA. Gli operatori telefonici, infatti, inviano un SMS con tutti i dettagli dei costi appena ci si collega alla rete telefonica nel Paese di destinazione. Ovviamente è possibile attivare offerte e piani particolari per l’estero, ogni operatore ne ha alcuni.
Ecco un esempio delle tariffe applicate da Vodafone se non si hanno attivi piani per l’estero:
Chiamate a 0,05€/minuto, ricezione a 0,01€/minuto, SMS a 0,05€, dati a 0,01€/Mega.

Prima di partire per il tuo viaggio negli Stati Uniti, ricordati di stipulare una valida assicurazione viaggio. QUI quella che usiamo noi.

SCHEDA SIM STATI UNITI: CONSIGLI PRATICI PER IL CAMBIO SCHEDA

Ecco alcuni consigli pratici per sostituire facilmente la propria scheda SIM italiana con una indiana.

  • La prima cosa da fare, prima ancora di imbarcarsi sull’aereo per gli Stati Uniti, è di disattivare la voce “roaming” nelle impostazioni del proprio telefono. Così facendo si eviterà l’addebito di spese legate al traffico dati internazionale.
  • Dato che per cambiare SIM si dovrà aprire lo sportellino del telefono dove è contenuta, è meglio avere con sé la spilletta per aprirlo.
  • Anche se si cambia la SIM, è possibile utilizzare Whatsapp con il proprio numero italiano. Per farlo, sarà necessario selezionare la voce “mantieni numero” che apparirà in automatico quando si accederà a Whatsapp con la nuova SIM inserita.

DOVE E COME ACQUISTARE LA SIM NEGLI USA

Acquistare una SIM prepagata per gli Stati Uniti è davvero molto semplice e lo si può fare ancora prima di partire. Sul sito di AMAZON, infatti, sono in vendita le schede SIM prepagate di alcuni operatori. Una volta acquistata, la SIM ti arriverà direttamente a casa con tutte le istruzioni per attivarla. In genere si deve compilare un modulo online con tutti i dati almeno 48 ore prima di usare la SIM. Una volta arrivato nel Paese, poi, ti sarà sufficiente inserire la SIM nel telefono e riavviarlo per iniziare fin da subito a navigare.
Le opzioni disponibili sono diverse: 7 giorni, 12 giorni, 15 giorni, 21 giorni, tutto illimitato, chiamate illimitate…
Ecco alcuni esempi:

Se invece hai dimenticato di acquistare la SIM prima di partire, nessun problema. E’ infatti sufficiente recarsi nei negozi degli operatori presenti negli aeroporti e nelle città americane, per acquiastare una SIM in modo piuttosto semplice e rapido. Ricorda di portare con te il passaporto perchè ti sarà richiesto e l’indirizzo dell’hotel da indicare come indirizzo negli USA.

SCHEDA SIM STATI UNITI: QUALI OPERATORI SCEGLIERE

Andiamo ora ad analizzare i diversi operatori e le offerte che propongono:

  • AT&T Si tratta del principale operatore telefonico degli USA. La copertura è davvero ottima e capillare.Questo operatore offre pacchetti prepagati chiamati GoPhone Plans. Le tariffe vanno dai 35$ al mese per 1 GB ai 70$ per GB illimitati. Per maggiori informazioni, rimandiamo al sito internet della compagnia telefonica.
  • VERIZONE Molto diffuso anche questo operatore telifonico. Verizone propone pacchetti prepagati che includono sempre SMS illimitati e in alcuni casi anche chiamate gratis per USA e Messico. Le tariffe vanno dai 35$ al mese per 6GB ai 65$ per dati illimitati. Per maggiori informazioni, rimandiamo al sito della compagnia telefonica.
  • T-mobile T-mobile è sicuramente la compagnia che anche nel pacchetto base offre più GB. Si parte infatti dai 40$/mese per 10 GB per arrivare ai 50$ del pacchetto con dati illimitati. Per maggiori informazioni, rimandiamo al sito della compagnia telefonica.

CONCLUSIONI

Come si potrà facilmente intuire, i costi per una scheda SIM negli USA sono piuttosto alti. Per questo il nostro consiglio, è acquistarla solo se strettamente necessario o per motivi di lavoro. Per il resto, è meglio affidarsi alla rete WiFi, per altro diffusissima. E poi, non è bello scollegarsi un po’ quando si va in vacanza?!?!

Scopri qui altri articoli per organizzare un viaggio negli USA.

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *