Cosa fare se si smarrisce la propria carta all’estero

Smarrire la propria carta di credito o bancomat è sempre motivo di ansia e preoccupazione. Questi sentimenti si moltiplicano se ci si trova all’estero. Useranno la mia carta per fare acquisti? Qualcuno avrà prelevato soldi dal mio conto? Come posso fare a tutelarmi? Queste sono solo alcune delle domande che vengono alla mente non appena si smarrisce la propria carta. Nonostante sia sempre un’esperienza poco piacevole, ci sono dei passaggi importanti da seguire per evitare che la situazione peggiori.

carta da lettere personalizzata

https://www.beyondthetrip.net/2021/05/01/cosa-fare-se-si-smarrisce-la-propria-carta-allestero/            Passaggi da seguire quando si smarrisce la propria carta all’estero

  1. Cercare di mantenere la calma ed assicurarsi che la carta sia davvero smarrita. Può succedere di non riuscire a trovare la propria carta di credito o bancomat e pensare di averla persa per sempre. Magari, proprio in occasione del viaggio all’estero, la carta è stata solo spostata dalla sua classica posizione e in un primo momento può succedere di non trovarla. Lo so, può sembrare banale come consiglio, ma è importante esserne certi perché una volta contattata la propria banca, la carta verrà bloccata definitivamente e bisognerà attendere giorni (o mesi!!) prima di riceverne una nuova. Diverso, ovviamente, in caso di furto dove si rende necessario agire tempestivamente.
  2. Contattare il numero di emergenza della banca che ha emesso la carta. Prima di partire è importante annotare nella rubrica del proprio cellulare i numeri di emergenza da chiamare in caso di smarrimento/furto della propria carta. Quasi tutti gli istituti di credito mettono a disposizione dei numeri attivi 24 ore su 24 contattabili anche dall’estero. Alcune banche permettono di bloccare la carta direttamente dall’App scaricata sul cellulare rendendo ancora più semplice e tempestiva questa operazione.
  3. Controllare gli ultimi movimenti del conto corrente associato alla carta. Una volta bloccata la carta, è importante verificare che non sia stata usata per fare acquisti. Questa, in verità, è un’ipotesi davvero molto remota, soprattutto se ci si accorge immediatamente dello smarrimento. Qualora, però, qualcuno abbia utilizzato la carta, non è necessario disperarsi. La banca verrà in aiuto anche in questo caso, bloccando eventuali addebiti per acquisti online effettuati da terzi. 

Altri consigli utili

Oltre quanto indicato nei punti precedenti, ci sono altre piccole accortezze che, se seguite, possono prevenire o ridurre i problemi causati dalla perdita/furto della carta di credito o bancomat.

  1. Non tenere tutte le carte nello stesso luogo. E’ importante, prima di partire per il viaggio, sistemare i documenti di valore, come carte e passaporti. Suddividerli in posti diversi (portafogli, borse, valige) eviterà di perdere tutto in caso di smarrimento di uno solo di questi.
  2. Portare con sé soltanto le carte indispensabili e lasciare a casa o in un luogo sicuro quelle che non si usano.
  3. Quando si esce a visitare una città, a fare un’escursione o ci si trova su un mezzo pubblico o in luogo particolarmente affollato, è utile indossare un marsupio da nascondere sotto la maglietta oppure uno zaino portato davanti anziché sulla schiena. 
  4. Controllare periodicamente durante il viaggio dove si trovano le carte, soprattutto se non si utilizzano per diversi giorni. Questo permetterà di accorgersi immediatamente dello smarrimento e di agire tempestivamente seguendo i punti sopra.

Un po’ di attenzione e un intervento tempestivo saranno sicuramente la chiave per risolvere eventuali problemi dovuti allo smarrimento o furto della propria carta di credito o bancomat.

Si ringrazia TipografiaClick per la realizzazione della carta da lettere personalizzata presente nella foto.

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *