Pensieri in viaggio: LAOS – il nord selvaggio (PARTE 1)

Pensieri in Viaggio Laos: tra i fiumi. le risaie, i templi e le tribù di un paese poco conosciuto

DAL GIORNO 60 AL GIORNO 70

Il nostro Viaggio a tempo indeterminato è iniziato il 9 Gennaio 2018.
A partire da quella data la nostra vita è cambiata.
Ogni giorno un luogo nuovo da vedere, un cibo nuovo da assaggiare, persone nuove da incontrare.
Ogni giorno qualcosa che valga la pena ricordare e portare con noi nello zaino.
Ecco perché abbiamo deciso di raccogliere quello che giorno per giorno ci ha colpito ed emozionato.

Questo post è dedicato al Laos.

#GIORNO60

🇹🇭 SUPERARE I CONFINI 🇱🇦
Un’ora la Thailandia, l’ora dopo il Laos.
Un ponte, due timbri sul passaporto e un visto.
Basta questo per passare da un Paese all’altro.
Appena arrivati in Laos, neanche notiamo la differenza e, come ormai siamo abituati a fare, ci dirigiamo verso la stazione degli autobus.
Siamo gli unici stranieri, tutti gli altri turisti sono andati a prendere la slow boat per Luang Prabang.
Noi però siamo diretti verso nord, a Luang Namtha, per visitare le tribù locali e perderci tra i campi di riso.
La strada ha qualche buca qua e là e l’autista ha parecchia fretta di arrivare.
Sull’autobus, tra un sobbalzo e l’altro, c’è un’accesa conversazione tra le donne presenti. Parlano a voce alta, quasi urlando, e gli uomini in silenzio ad ascoltare intimoriti. (Certe cose non cambiano mai! 😉)
Il viaggio, e la chiacchierata al femminile, durano 3 ore.
Ci prepariamo a scendere dal bus quando la signora anziana seduta al sedile dietro il nostro ci si avvicina, ci accarezza il braccio e sorridendo ci sussurra qualcosa.
Non sappiamo cosa ci abbia detto ma ci piace pensare che il suo fosse un saluto di benvenuto in questo nuovo Paese.
Abbiamo fatto solo pochi chilometri ma tante cose sono già cambiate.

#GIORNO 61

UNE BAGUETTE S’IL VOUS PLAIT🥖
L’amore nei confronti di un Paese passa da tante piccole cose…
Le persone, l’energia che ti trasmette, i luoghi che ti fanno emozionare, i suoi sapori e profumi …
Il Laos 🇱🇦 oggi ha guadagnato qualche punto: abbiamo trovato il PANE! 😁

#GIORNO 63

PERCHÉ LO FACCIAMO??🤔
È mattina presto, l’aria è fresca e le nuvole coprono il sole.
Siamo in moto e ci dirigiamo verso Muang Sing nel nord del Laos.
Una curva e poi un’altra.
Qualche buca e poi l’asfalto.
Le capanne di una tribù alla nostra destra e un’immensa distesa di risaie sulla sinistra. 🌴🌱
Sulla strada ci fermiamo di continuo.
Prima a lanciare ai bambini la palla ( pessima performance di Angela che con i suoi lanci ha fatto ridere tutti!), poi ad osservare le donne nei campi o chi lavora al telaio e concentrato quasi non si accorge di noi.☺
Arriviamo al villaggio che è ormai pomeriggio e ci mettiamo alla ricerca di qualcosa da mangiare. L’impresa sembra più complicata del previsto.
Ad un tratto, davanti a una casa, notiamo un enorme pentolone con acqua che bolle e delle signore attorno che preparano dei noodles al momento.
Pensando alla pasta fresca che fa la nonna, ci avviciniamo curiosi e due minuti dopo ci ritroviamo seduti a mangiare una calda zuppa di noodles appena preparati. (Non proprio come le tagliatelle della nonna, ma meglio di niente!😉).
La sera e la notte passano, portando la pioggia e il fango prende il posto della polvere sulla strada sterrata.💧💧
È un nuovo giorno e inizia con il mercato. Dietro i banchi che vendono verdura, carne, pesce, rane e scoiattoli 🐭(o topi giganti… non abbiamo avuto il coraggio di approfondire), le signore delle tribù locali con i loro copricapi colorati ci osservano e ci salutano urlando “sabaidee” (ciao).
Il tempo di comprare due pannocchie da mangiare lungo la strada ( #mangiamosempre) e siamo in moto sulla via del ritorno, immersi di nuovo in un paesaggio surreale.
Un percorso stupendo che ci ha fatto dimenticare dove eravamo ma ci ha ricordato il perché di questo viaggio…❤❤

#GIORNO 64

TIRIAMOLA FUORI
10 lunghissime ore di viaggio e siamo arrivati a Luang Prabang!
Siamo stravolti? 😩Decisamente sì.
Questo Laos ci piace? 🤔Non ne siamo ancora convinti fino in fondo…
Abbiamo bisogno di una pausa? 😴 Sì, ma per fortuna ci fermeremo qualche giorno in questa città, in attesa del visto per il Vietnam 🇻🇳
Ci lasciamo abbattere? 💪🏻 Assolutamente no! E infatti alla stanchezza rispondiamo con una linguaccia 😛! 😂 😂

#GIORNO 65
EVENTI MONDANI
Eravamo convinti che il Laos fosse un Paese un po’ fuori dalle rotte turistiche e, finché eravamo rimasti tra i villaggi del nord, la teoria aveva trovato conferma.
Donne con copricapi tradizionali, noodles cotti in un pentolone in cortile e interminabili distese di risaie, ai confini del mondo.
Praterie, montagne, strade dissestate, pioggia, freddo, fango, caldo, polvere, sole, afa…il tutto concentrato nello spazio di pochi chilometri e poche ore.
Poi siamo arrivati a Luang Prabang e ci siamo ritrovati a fare la coda per prelevare ai bancomat, a pagare il biglietto per entrare ai templi e a comprare le baguette nelle patisserie. Che differenza!
Non eravamo pronti a questa “mondanità” ma proveremo ad adattarci.
Per qualche giorno dovremo tornare ad essere presentabili, abbineremo i vestiti e ci cambieremo d’abito ogni giorno! 😂
E nel frattempo, tra splendidi templi e cascate, sfodereremo anche il nostro francese, quindi JOYEUX WEEK-END À TOUS! 😘
Angela&Paolo
#GIORNO 67

CHE GIORNO È?
È il giorno 67 o forse il 68 perché abbiamo sbagliato il conto 😜.
È sabato ed è iniziato il weekend ma ormai per noi i giorni della settimana sono tutti uguali o meglio, sono tutti diversi!
Prima di partire per questo viaggio, il sabato era il giorno atteso da almeno cinque giorni…
Colazione con gli amici al bar, gita in giornata al lago quando fa caldo, lavatrice e faccende domestiche quando piove.
Film sul divano nelle serate pigre e fredde, oppure pizza fuori e gelato.
Oggi, invece, colazione con banana pancake in ostello, passeggiata lungo il Mekong, discussione per decidere se mangiare una baguette o una papaya salad e pomeriggio seduti all’ombra sotto un albero a programmare le prossime tappe…senza smettere di fantasticare e di sognare 😀
È tutto cambiato e abbiamo finalmente smesso di aspettare il sabato per essere felici!

#GIORNO 68

A VOLTE SI CASCA
L’acqua di un azzurro stupendo.
Alberi maestosi.
Decine di persone…🤔
Superiamo il caldo di Luang Prabang con una giornata in ammollo alle fantastiche Kuang Si Waterfall.
Ci siamo rinfrescati le idee!😌

#GIORNO 69

LA SALSA AGRODOLCE😋
La nostra esperienza qui a LUANG PRABANG ha un sapore agrodolce, un po’ come la salsa che si mette sui dumplings (ravioli cinesi). 😂
Ci siamo svegliati all’alba per vedere il rito dell’offerta ai monaci… ma ci è sembrato di assistere ad uno spettacolo teatrale più che a un rito antico.
Abbiamo visto il sole illuminare i templi d’oro… ma per entrare in alcuni c’era un biglietto da pagare.
Ci siamo tuffati nelle acque fresche di una cascata stupenda… ma facendoci spazio tra la folla.
C’è da dire però che la salsa agrodolce a noi non dispiace affatto… e alla fine neanche Luang Prabang, nonostante sia così diversa dal resto del Laos che per ora abbiamo conosciuto.
#GIORNO 70

ZAINI E GAMBE IN SPALLA
Tutta la vita in uno zaino e un ponte traballante fatto di bamboo. Si va verso la prossima tappa del nostro viaggio in Laos: Nong Khiaw.
Il Mekong scorre lento, noi no…non si sa mai! 🏃‍♂️🏃‍♀️

QUI ALTRI POST SUL LAOS

Share it!

Pensieri in viaggio: LAOS – il nord selvaggio (PARTE 1) ultima modifica: 2018-04-01T11:43:14+00:00 da Angy&Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *