Dove dormire a San Miguel de Allende

Se sei alla ricerca di un posto davvero originale dove dormire a San Miguel De Allende (Messico), questo è l’articolo giusto per te. Durante il nostro viaggio in questo Pueblo abbiamo infatti scoperto un luogo davvero particolare con una storia unica.

Storia di un bordello, di tesori nascosti in giardino e di fantasmi

Mi siedo sul divano.
Chiudo gli occhi.
Cerco di immaginarmi la scena.
Sento la musica in sottofondo, il vociare delle persone, il profumo di cibo.
Il rumore dei bicchieri che brindano, l’odore di fumo, le risate ostentate.
E vedo lei, Gloria Leon, o come la chiamano tutti “La Turca”.
Una donna elegante e dai modi raffinati, con quei tratti orientali insoliti per questa parte di mondo. Una bellezza esotica che le ha regalato proprio quel soprannome.
Me la immagino mentre guarda attenta fuori dallo spioncino della porta per decidere se il portafoglio del cliente è abbastanza grande da permettergli di entrare.
Una figura che di certo non passa inosservata, enigmatica e attraente allo stesso tempo.
Deve aver avuto un carisma forte la Turca per gestire un bordello, proprio a pochi passi dalla chiesa principale di una tranquilla San Miguel de Allende.
Siamo alla fine degli anni ‘40 e la prostituzione è legale in Messico. Giovani donne arrivano qui dai villaggi vicini in cerca di fortuna. La Turca insegna loro a ballare, a conversare, a fingere di bere drink,a socializzare e a essere pronte a soddisfare i desideri dei ricchi clienti.

dove dormire san miguel de allende

Apro gli occhi.
Guardo quelle foto appese alle pareti.
I volti di giovani donne in quella posa austera tipica delle foto in bianco e nero del passato. Nessuna sorride. I nomi non ci sono perché alcune di loro sono ancora in vita e abitano vicino a “La Casa De la Turca”, il bordello in cui allora lavoravano.
E neanche la Turca le chiamava con il vero nome mentre erano qui.
Rosita, Carmelita, Elenita… nomi di fantasia per non farle riconoscere.
Rubava loro le scarpe per evitare che scappassero, ma gli dava un alloggio, assistenza medica e si prendeva cura di loro.

Richiudo gli occhi e sono di nuovo a quegli anni.
Vedo quelle porte in legno che conducono a stanze piccole, dove c’è solo lo spazio di un letto.
Sento il vociare in sottofondo.
Il patio dove si danza.
La Turca che sorride altezzosa mentre attraversa il salotto per arrivare al giardino.
Prende i soldi da una tasca e li chiude in un baule che poi nasconde sotto terra.
Sottoterra dove probabilmente ancora sono.
Oggi, quasi settant’anni dopo.
Perché dopo che la prostituzione è diventata illegale in Messico, la Turca, che inizialmente aveva provato ad aprire un ristorante, è sparita.
Di lei non si sa più nulla.
Qualcuno dice che il suo spirito sia rimasto qui, tra queste mura.

Sento un brivido lungo la schiena.
Riapro gli occhi.
Il camino di mattoni, le sedie rosse, il pavimento di pietra, quelle finestre grandi.
Quello che prima era un bordello, oggi è una guesthouse, La Casa de La Noche.
Ma se vuoi vivere un’esperienza unica non una qualunque, un posto speciale, che racconta una storia e che cerca di rendere onore a quelle donne che qui hanno lavorato.
Sedermi su quel divano è stato come fare un salto nel tempo, anche se un tempo, questo posto non aveva di certo la stessa luce calda e accogliente di ora.

Stai organizzando un viaggio in Messico? Non dimenticare che una valida assicurazione viaggio è fondamentale!

Dove dormire a San Miguel De Allende: La Casa De La Noche

Se vuoi vivere un’esperienza unica e molto particolare, ti consigliamo sicuramente di passare una notte nel B&B La Casa de La Noche. Come vedrai il prezzo non è proprio bassissimo ma per il servizio offerto e per la possibilità di passare una notte in un luogo con una storia così, ne vale sicuramente la pena. Per informazioni sulle tariffe, ti lasciamo il LINK qui.

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *