La street art di George Town (Penang)

Street art o graffiti o murales, come la si voglia chiamare una cosa è certa… E’ questo uno dei simboli della cittadina di George Town, il centro culturale dell’isola di Penang.
Per questo se si ha a disposizione anche solo una mezza giornata, vale la pena camminare e con gli occhi bene aperti, andare “a caccia” delle immagini simpatiche, colorate, intense ed espressive che sbucano ad ogni angolo.

  SCOPRI QUI COSA VEDERE A PENANG (guida completa)

street art George Town

Clicca per ingrandire l’immagine

STREET ART A GEORGE TOWN: ORIGINE

Nel 2012 in occasione del George Town festival, il comune ha commissionato al giovane artista Lituano Ernest Zacharevic, alcune opere che rappresentassero la vita e la storia della città.
Talento, passione e cultura sono gli elementi che appaiono osservando le immagini dipinte da Ernest che si è “limitato” a ricreare scene di vita quotidiana, ma che vita!
Da allora, altri artisti da tutto il mondo hanno espresso la loro arte proprio seguendo questo tema.
Oggi quei dipinti sui muri dei palazzi e nelle vie del centro, sono diventati una delle maggiori attrattive di George Town.

STREET ART A GEORGE TOWN: DOVE TROVARLA

I murales che colorano George Town si trovano un po’ ovunque.
La zona in cui si concentrano quelli più “famosi” è tra Lebuh Armenian e Lebuh Chulia.
Ma questi sono solo una piccola parte delle opere di street art a George Town.
A volte, basta girare l’angolo per trovarsi davanti un dipinto.
In alcuni casi si deve alzare la testa perchè le immagini sono rappresentare nella parte alta dei palazzi.
Insomma, una vera “caccia al tesoro” colorata e divertente.

STREET ART A GEORGE TOWN: SIGNIFICATO

L’intento dei primi murales era sicuramente quello di rappresentare la cultura e la storia di George Town attraverso scene di vita quotidiana.
Lo si vede nella signora che vende cibo dal suo carretto, nei bambini che cercano di rubare le “pagnottelle ripiene” dai cestelli per la cottura al vapore, tipica delle cucina cinese.
Ci sono però altri murales che vanno oltre. Raccontano storie, evocano immagini e accendono la fantasia. Come il bambino che sbircia dalla finestra… chissà cosa sta guardando?!

E così anche noi ci siamo lasciati prendere e abbiamo pensato ad una storia che desse voce a queste immagini.
  SCOPRI QUI ALTRE INFORMAZIONI UTILI PER ORGANIZZARE UN VIAGGIO IN MALESIA

STREET ART A GEORGE TOWN: CON UN PO’ DI FANTASIA

AAAAAAA aaaaaaaaa AAAAAAAA
Cos’è abbiamo cambiato la sveglia??
Guardo l’orologio e sono le 5 di mattina.
Il tempo di realizzare che è la chiamata alla preghiera della moschea e non la  sveglia, ed è già troppo tardi per girarsi dall’altra parte e tornare a dormire.
“Facciamo un giro in centro?? Tanto ormai siamo svegli!!”
“Mmmmm”
“Dai, non fa caldo e non troveremo nessuno!”
Dormiamo a China Town, quindi praticamente siamo già in centro.
Appena usciamo dal cancello della guesthouse capiamo che a dormire eravamo solo noi…
I ristoranti e i banchetti che servono la colazione sono già operativi.
Il fumo esce dai pentoloni delle zuppe e c’è già chi frigge quelle tortine di riso che vorremmo tanto provare, ma  magari non alle 6 di mattina!
All’angolo tra due strade notiamo una signora sorridente che dietro il suo carretto è intenta a servire del latte di soia.
C’è una fila ordinata di bambini che aspetta silenziosamente il suo turno.
A giudicare dalla coda, deve essere davvero delizioso quel latte!
Ci viene quasi voglia di assaggiarlo, ma veniamo distratti da una scena divertente.
Dalla finestra di una casa nel vicolo di fronte vediamo sbucare due piccole manine.
Ma che fanno?
Quando ci rendiamo conto, scoppiamo a ridere!
Stanno provando a rubare da una bicicletta quelle pagnotte cinesi cotte al vapore…Quelle di cui non ricordiamo mai il nome!
Sono ripiene di carne e uova e hanno un odore che non è molto invitante.
Qualcuno deve avere appoggiato per un attimo la bicicletta al muro, di certo non aveva notato quei golosi ladruncoli.

Non siamo gli unici ad osservare divertiti la scena.

Con noi c’è anche un signore che il giorno prima avevamo visto e sentito nel quartiere di Little India.
Fa uno dei lavori più belli del mondo!
Vende dolci da un carretto attaccato a una bicicletta.
Quei dolci buoni, burrosi e che sanno di cannella e cocco.
Il campanello e la musichetta mentre sfreccia per le strade della città, sono inconfondibili e ci fanno tornare per un attimo bambini.
Ma a proposito di bambini… che ci fanno tutti per strada a quest’ora del mattino??
C’è chi gioca sull’altalena.
Chi tira la palla in un canestro improvvisato.
Chi si mette a curiosare nella finestra della casa accanto e chi corre urlando in bicicletta!
Che confusione!
Ma ci basta girare l’angolo in una vietta secondaria per ritrovare la quiete…o almeno così ci sembra inizialmente.
Va bene che il mattino ha l’oro in bocca ma così non è un po’ troppo??
Neanche il tempo di pensarlo che assistiamo a una scena da film.
Bruce Lee che si alza in volo e cerca di sferrare un calcio a un gatto.
Aspetta…
Bruce Lee??
Un calcio in volo??
Bambini sulle altalene alle 6 di mattina??
TIRITITI TIRITITI TIRITITI TIRITITI
Ah è questa la sveglia!
Basta mangiare curry indiani la sera!!
STREET ART A PENANG

Share it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *