Visto Nepal: costo e procedura

In questo articolo abbiamo raccolto tutte le informazioni utili per richiedere un visto per un viaggio in Nepal. Nello specifico, parleremo del visto turistico che permette di recarsi nel Paese solo per viaggio/vacanza e non per volontariato o lavoro. Per queste attività è, infatti, necessario richiedere tipi diversi di visto, contattando direttamente le ambasciate nepalesi in Italia o nel Paese in cui ci si trova.
Se ci si reca in Nepal per un trekking, sarà inoltre necessario ottenere una carta “Trekkers’ Information Management System” (TIMS), tutti i dettagli più sotto nell’articolo.
Tutte le informazioni riportate di seguito, inoltre, sono aggiornate al 2019 e si riferiscono a chi possiede un passaporto italiano.

Non partire senza la guida Lonely Planet per il Nepal

Metti in valigia l’adattatore universale da viaggio

visto nepal

Visto Nepal: è obbligatorio?

Per tutti i cittadini italiani che si recano in Nepal per motivi di turismo, è obbligatorio avere un visto di ingresso. Per fortuna la procedura è piuttosto semplice, a differenza di altri Paesi come la vicina India dove, invece, è necessario fare attenzione ad alcuni aspetti per evitare di cadere in truffe.

LEGGI QUI: Visto India – eVisa: come richiederlo online senza cadere in truffe

Visto Nepal: come richiederlo

Non è necessario richiedere in anticipo un visto turistico per un viaggio in Nepal. Lo si può infatti ottenere direttamente all’arrivo nel Paese via aerea, all’aeroporto internazionale di Kathmandu, oppure presso alcuni valichi di frontiera terrestre. Si tratta del cosiddetto “Visa on arrival”, appunto “visto all’arrivo”. Per ottenerlo è necessario avere con sè quanto segue:

  • Passaporto italiano con almeno 6 mesi di validità residua;
  • Due fototessere recenti;
  • Dollari americani in banconote non più vecchie del 2003 per pagare il visto. E’ molto importante che le banconote siano in buone condizioni e senza strappi perché altrimenti non verranno accettate. Se si entra nel Paese via aerea è meglio avere già con sé i dollari in contanti. E’ possibile anche pagare con carta di credito ma è molto più sicuro avere a disposizione delle banconote per evitare eventuali problemi. Per gli ingressi via terra, sono generalmente presenti delle banche per cambiare valuta o prelevare contanti presso le principali frontiere. E’ possibile pagare soltanto in Dollari americani non in Euro o altre valute.

LEGGI QUI: Prelevare in Nepal, carte o contanti?

Visto Nepal: costo e durata

Il costo del visto turistico per il Nepal viaria a seconda del tempo che si sceglie di passare nel Paese. Tutte e tre le tipologie di visto permettono ingressi multipli nel Paese, questo significa che è possibile entrare e uscire dal Nepal più volte. Ecco tutti i dettagli (aggiornato Settembre 2019):

  • 15 giorni – 30$
  • 30 giorni – 50$
  • 90 giorni – 125$

SCOPRI LA NOSTRA GUIDA PER “VIAGGIARE LOW COST CON 10€ AL GIORNO: LA NOSTRA ESPERIENZA DI UN ANNO IN ASIA” (leggi qui l’estratto)

Visto Nepal: estensione

E’ possibile richiedere l’estensione del visto una volta che ci si trova nel Paese, presso le ambasciate presenti a Kathmandu o le principali frontiere via terra. Ecco i dettagli dei costi:

  • L’estensione del visto turistico fino a 15 giorni ha un costo di 45$ e 3$ per ogni giorno addizionale.
  • In caso di ritardo nella richiesta di estensione del visto (fino ad un massimo di 150 giorni di ritardo) è prevista una multa di 5$.

Potrebbe interessarti anche:
I libri consigliati per scoprire il Nepal e prepararsi al viaggio: guide, romanzi e racconti

Scheda SIM in Nepal: quale acquistare

Nepal: quando andare

Visto Nepal: viaggio con i minori

Per quanto riguarda il visto da richiedere quando si viaggia con minori, la procedura è la stessa con la differenza che non sarà necessario pagare nulla per bambini di età inferiore ai 10 anni.

Carta “Trekkers’ Information Management System” (TIMS)

Per tutti coloro che intendano recarsi in Nepal per dei trekking, anche in viaggi di gruppo organizzati, il governo nepalese ha previsto una carta TIMS (“Trekkers’ Information Management System”) obbligatoria. Questa carta viene emessa dalle agenzie “Trekking Agency Association of Nepal” TAAN o dal “Nepal Tourism Board” NTB. Non è necessario ottenere questo permesso in anticipo rispetto all’ingresso nel paese. La carta si può infatti richiedere presso agenzie di trekking autorizzate presenti nelle principali città turistiche come Pokhara o Kathmandu, oppure presso gli uffici TAAN o l’ufficio NTB a Kathmandu. Per informazioni più dettagliate, consigliamo di visitare il sito http://www.taan.org.np (TAAN) e http://www.welcomenepal.com (NTB).

Visto Nepal: siti web utili da consultare

Per avere sempre le informazioni aggiornate sulle procedure di visto per un viaggio in Nepal, consigliamo di consultare due siti web. Il primo è il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina che contiene informazioni dettagliate non solo sul visto, ma anche sulla situazione sanitaria del Paese o eventuali emergenze in corso. Ecco il link: Viaggiare Sicuri – Nepal
L’altro sito, questa volta in lingua inglese, che consigliamo di consultare è quello messo a disposizione dall’Ufficio Immigrazione nepalese. Il link con tutti i dettagli per la richiesta del visto è il seguente: Department of Immigration – Government of Nepal

Hai bisogno di altre informazioni per organizzare un viaggio in Nepal? Dai un’occhiata QUI

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *