Le migliori carte per viaggiare

Quando si deve intraprendere un viaggio a lungo termine oppure quando si hanno in previsione più viaggi nel corso dell’anno, ci si trova a chiedersi “come posso fare per prelevare all’estero senza pagare commissioni altissime?“.
Questa domanda ce la siamo fatta anche noi prima di partire per il nostro Viaggio a Tempo Indeterminato (SCOPRI QUI DI COSA SI TRATTA).
E dopo varie ricerche online siamo arrivati a una soluzione per noi pratica e comoda. La utilizziamo ormai da quasi due anni e possiamo dirci pienamente soddisfatti. Abbiamo quindi pensato di realizzare questa guida che da una mano a scegliere la migliore carta di credito per viaggiare, tra tutte quelle attualmente presenti sul mercato.

Le migliori carte di credito per viaggiare: PREMESSA

Quando ci si reca all’estero è importante tenere presente una voce di spesa: i costi dei prelievi. Ci riferiamo in questo caso ai viaggi fatti fuori dall’Europa perché esistono moltissime soluzioni che prevedono zero commissioni per le operazioni fatte all’interno dei Paesi UE. Tutt’altra storia, invece, per gli altri Paesi dove se non si fa attenzione, ci si può ritrovare a pagare anche 10€ a prelievo.

Oltre ai costi, però, ci sono altri aspetti che è importante considerare come l’affidabilità della banca, il servizio clienti, la facilità con cui si possono svolgere le operazioni e non ultimo, il circuito utilizzato dalla carta in questione (Visa, Mastercard..). Insomma, districarsi tra tutti questi aspetti può non essere semplice. Ci sono però dei piccoli stratagemmi che possono aiutare nella scelta.

SCOPRI DI PIU’ SULLA GUIDA PER “VIAGGIARE LOW COST CON 10€ AL GIORNO: LA NOSTRA ESPERIENZA DI UN ANNO IN ASIA” (leggi qui l’estratto)

Le migliori carte di credito per viaggiare: QUALI CARATTERISTICHE CONSIDERARE

Iniziamo con il dire che per scegliere la carta giusta è innanzitutto necessario valutare le proprie esigenze. Si desidera avere una carta di credito prevalentemente per prelevare o solo per pagare alcune spese? Si vuole utilizzare il conto corrente anche per altre operazioni (come bonifici, pagamenti, ecc..)? In generale, però, sono secondo noi 3 gli aspetti principali da considerare nella scelta:

  • Spese fisse e di gestione del conto corrente
    E’ importante valutare se il conto corrente che si sta per aprire preveda delle spese fisse come un canone mensile, oppure costi per bonifici, ricariche, apertura/chiusura conto…
  • Commissioni sui prelievi e sul cambio valuta
    E’ importante distinguere tra commissioni sui prelievi e commissioni sul cambio valuta. Con le prime si fa riferimento ai costi che una banca può applicare per qualunque tipo di prelievo, indipendentemente dal fatto che ci si trovi nel proprio Paese o all’estero. Generalmente sono sempre gratuiti i prelievi effettuati presso gli sportelli delle filiali del proprio istituto di credito, mentre possono essere a pagamento quelli presso gli ATM di altre banche. Per commissioni sul cambio valuta, invece, si intendono le spese applicate per il ritiro di contanti in valuta diversa dall’Euro. Queste commissioni generalmente calcolate in % e applicate sul tasso di cambio. Le percentuali si aggirano tra l’1,5 e il 3%. E’ necessario prestare attenzione, perché questa commissione spesso viene indicata solo in seguito o in caratteri minuscoli nei “termini di utilizzo” (meglio leggere sempre bene tutto!).
  • Facilità nella gestione delle operazioni
    Questo terzo punto, non è tanto legato alle spese quanto alla praticità. Mentre si viaggia è, infatti, molto importante utilizzare degli strumenti che semplifichino la vita. Una carta o conto che abbiano un App o comunque un sito web facili da consultare e un servizio clienti sempre attivo, sono importantissimi quando ci si trova a migliaia di km di distanza dal proprio Paese.

Meglio prelevare, pagare direttamente o cambiare contanti?

Questa domanda è valida soprattutto per chi prevede viaggi di durata non lunghissima. E’, infatti, impensabile e di certo poco sicuro, viaggiare con i contanti sufficienti per coprire periodi all’estero molto lunghi. Detto questo, è secondo noi fondamentale portare con sé degli Euro o dei Dollari Americani, che possono essere cambiati negli uffici di cambio presenti praticamente ovunque nel mondo. Saranno il “piano B” da utilizzare in caso di emergenze (mancanza di corrente per giorni, smarrimento/furto della carta e altre circostanze più o meno tragiche!). Per quanto riguarda la distinzione tra prelevare o pagare direttamente con la carta, molto dipende dal Paese in cui ci si trova. In alcune zone del mondo la maggior parte degli acquisti si possono fare solo in contanti nella moneta locale. Le carte sono generalmente accettate nei ristoranti o hotel turistici delle grandi città e nei negozi delle catene internazionali.

Per il dettaglio su come funzioni nei diversi Paesi dell’Asia, consigliamo di visitare questo link: “Prelevare in Asia: commissioni, costi e informazioni utili Paese per Paese.”

Potrebbe interessarti anche:
Come si viaggia gratis: la sharing economy

Budget Viaggio a Tempo Indeterminato: dove abbiamo preso i soldi

Spese di viaggio: come stare nei 10€ al giorno

Le 3 migliori carte di credito per viaggiare

Arriviamo ora a quelle che secondo noi sono attualmente le 3 soluzioni migliori. La scelta è ricaduta su questi 3 prodotti sia perché li abbiamo provati direttamente e li utilizziamo tuttora, sia perché dopo varie ricerche online sembrano essere quelli che offrono il miglior rapporto qualità prezzo.

N26

Cosa è?

“La prima banca che amerai” è così che N26 pubblicizza il suo conto corrente. Questa banca tedesca, con licenza europea, ha infatti come obiettivo quello di creare una banca sempre a portata di mano, veloce e rapida. Non esistono filiali e tutto viene fatto online tramite App. Dobbiamo essere sinceri, noi già la amiamo.

Come si attiva?

“Apri un conto in 8 minuti” e soprattutto GRATUITAMENTE.
Siccome non ci sono filiali, per aprire un conto corrente tutte le operazioni vengono svolte tramite smartphone. Prima di tutto si scarica l’App N26, poi si inseriscono i propri dati. Le informazioni e i documenti d’identità vengono quindi verificati tramite una videochiamata, al termine della quale si può scegliere quale servizio attivare (Standard, Businness…). Il conto a questo punto è attivo con tanto di IBAN. Si deve solo aspettare di ricevere la propria carta di debito contactless che funziona con circuito Mastercard.
Per maggiori informazioni sull’attivazione CLICCA QUI

Come si gestiscono le operazioni?

Tutte le operazioni si gestiscono tramite una pratica App molto semplice da utilizzare. Da qui è possibile tenere sotto controllo il proprio saldo conto, bonifici ricevuti o effettuati, pagamenti ecc… Ogni volta che si fa un’operazione si riceverà poi una notifica con tutti i dettagli.

Quanto costa?

Esistono diverse tipologie di conto attivabile con N26.
N26 STANDARD che è completamente gratuito. Il conto N26 YOU che prevede un canone mensile di 9,90€ e include un’assicurazione di viaggio Allianz e zero spese sui prelievi internazionali.N26 METAL che oltre a quanto offerto dal piano N26 You, aggiunge servizi e offerte dedicati al costo di 16,90€/mese. Per maggiori informazioni clicca qui.

Ecco un recap delle principali voci di spesa:

  • Attivazione: gratis
  • Bonifici nazionali e internazionali: gratis
  • Spese conto: gratis
  • Pagamenti con carta di credito Italia/estero: gratis
  • Prelievi Italia/Europa: gratis
  • Prelievi internazionali: 1,7% sul tasso di cambio con il conto N26 STANDARD. Gratuiti con i profili N26 YOU e N26METAL

Pro e contro

Utilizziamo questa carta da quando siamo in viaggio e siamo davvero molto soddisfatti. La carta N26 funziona bene ovunque sia per i pagamenti che per i prelievi. Noi abbiamo scelto la versione STANDARD che è gratuita, avendo già un’assicurazione medica di viaggio.
L’unico contro che abbiamo individuato è la commissione dell’1,7% sui tassi di cambio quando si preleva. Detto ciò, risulta comunque essere una delle carte con le spese minori quindi la consigliamo assolutamente.
Per aprire gratuitamente il conto N26 o per avere maggiori informazioni, consigliamo di consultare attentamente il sito internet dedicato.

HYPE

Cosa è?

Hype è la carta-conto del Banco Sella. Si tratta di una carta prepagata con codice IBAN che può essere utilizzata come un vero e proprio conto corrente, dunque anche per ricevere dei pagamenti e per farsi accreditare lo stipendio. Il vantaggio di questa prepagata è di avere spese molto basse per ricarica, trasferimento denaro ecc… Per maggiori informazioni rimandiamo al sito web di Hype.

Come si attiva?

La carta Hype si attiva in 5 minuti direttamente dal sito web Hype. Per farlo è necessario avere con sè un documento d’identità. Una volta completato il form con i propri dati, sarà necessario scattare un selfie con il documento di identità, seguire le istruzioni per caricare le foto e scegliere tra carta fisica o virtuale. Nel primo caso, la carta verrà spedita e consegnata entro 4-14 giorni.

Come si gestiscono le operazioni?

Tutte le operazioni vengono gestite tramite la’App di Hype che consente di ricaricare la carta, trasferire denaro tra carte Hype, fare bonifici, effettuare pagamenti, ricaricare il cellulare.

Quanto costa?

Esistono due diverse tipologie di carta Hype La versione HYPE START completamente gratuita, e la versione HYPE PLUS al costo di 1€ al mese. La differenza tra le due carte sta principalmente nel fatto che la versione PLUS ha dei massimali di ricarica più alti, permette di accreditare lo stipendio e di addebitare spese periodiche.

Ecco un recap delle principali voci di spesa:

  • Attivazione: gratis
  • Bonifici nazionali e internazionali: gratis
  • Spese conto: gratis
  • Pagamenti con carta di credito Italia/estero: gratis
  • Prelievi Italia/Europa: gratis
  • Prelievi internazionali: 3% sul tasso di cambio (nonostante venga pubblicizzato come gratuito)

Pro e contro

La carta Hype è sicuramente una carta prepagata davvero ottima e con spese di gestione bassissime se non assenti. Per il nostro intento, cioè utilizzarla per prelievi in Paesi fuori dall’Europa, risulta più costosa della rivale N26. Il 3% è infatti una commissione piuttosto alta.

REVOLUT

Cosa è?

Revolut è un nuovo servizio bancario digitale inglese che si gestisce interamente tramite App. L’account Revolut permette di eseguire trasferimenti di denaro in tutto il mondo. Vi può essere associata una carta di credito reale o virtuale con cui pagare nel mondo reale e su internet. E di prelevare denaro in tutto il mondo. Una delle particolarità del sevizio, è la possibilità di cambiare valuta al tasso interbancario e senza commissioni fino a 6000 euro (o sterline) al mese.

Come si attiva?

Il conto Revolut si attiva scaricando l’App Revolut direttamente proprio telefono oppure inserendo il proprio numero a questo LINK.
Una volta scaricata l’App verrà chiesto di scegliere un codice di accesso e di inserire i propri dati. La email di benvenuto fornirà alcune indicazioni su come cominciare, anche se per rendere operativo il conto bisognerà poi caricare almeno 10 euro, o l’equivalente in altre valute, e “verificare” la propria identità scattando una foto di un documento di identità valido e una foto del tuo viso.

Come si gestiscono le operazioni?

Tutte le operazioni vengono gestite tramite App tra queste: trasferimento di denaro, pagamenti tramite carta di credito reale o virtuale (si possono avere fino a 3 carte reali e 5 carte virtuali) cambiare i propri soldi in criptovalute (solo per gli utenti premium).

Quanto costa?

Esistono 3 diversi profili attivabili: REVOLUT STANDARD gratuito, REVOLUT PREMIUM a 7,99€/mese e REVOLUT METAL a 13,99€/mese. La differenza sta nel fatto che i profili premium e metal includono assicurazioni viaggio, l’accesso a 5 criptovalute e possibilità di prelevare gratis in bancomat esteri.
Per maggiori informazioni sulle differenze tra i profili, consigliamo di consultare questa pagina del sito Revolut (LINK)

Ecco le spese più nel dettaglio:

  • Attivazione: gratis
  • Bonifici nazionali e internazionali: gratis
  • Spese conto: gratis per la versione STANDARD, 7.99€/mese per la versione PREMIUM e 13.99€ per la versione METAL
  • Pagamenti con carta di credito Italia/estero: gratis
  • Prelievi Italia/Europa: gratis
  • Prelievi internazionali: gratis fino a 200€/mese con l’account STANDARD, fino 400€ con l’account PREMIUM, fino a 600€ con l’account METAL. Oltre queste soglie viene applicata una commissione del 2%.

Pro e contro

Non abbiamo provato direttamente questa carta Revolut ma dobbiamo ammettere che siamo davvero molto attratti dalla possibilità di prelevare anche fuori dall’Unione Europea senza spese.

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Un commento

  1. Daniela Viapiana

    Vi ringrazio delle preziose informazioni
    Una domanda..voi come avete fatto con l assicurazione sanitaria?
    Mia figlia è in Messico per lavoro da quasi 1 anno e quando scade l assicurazione fatta in Italia alla partenza non è più rinnovabile da qui.
    Grazie
    Daniela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *