Kuala Lumpur in 3 giorni: prima tappa del nostro viaggio (Video)

cliccare sull’immagine per il video

Il nostro viaggio a tempo indeterminato inizia da Kuala Lumpur, la capitale della Malesia.
La scelta è ricaduta un po’ per caso su questa città esotica e affascinante ma allo stesso tempo così moderna.
A tre giorni dal nostro arrivo, è già ora di salutarla. Sarà però un arrivederci, perchè Kuala Lumpur ci è piaciuta molto e troveremo di certo un modo per passarci di nuovo.
L’impatto con la nostra nuova vita non poteva avere cornice migliore, ma ecco come è andata esattamente.

L’arrivo a Kuala Lumpur 

Quando si atterra in una grande città dopo ore e ore di volo, ci si sente subito un po’ straniti… Come uscirò dall’aeroporto? Dove sarà l’autobus per il centro? Ma la guesthouse che abbiamo prenotato quanto dista? E i soldi? Dobbiamo cambiare qualcosa per pagare i trasporti!
Rispetto alle nostre esperienze passate, dobbiamo dire che è andata meglio del solito.
Con rapidità abbiamo cambiato qualche euro proprio vicino alla zona del ritiro bagagli, ovviamente un cambio pessimo ma per emergenza ce lo siamo fatti piacere (1 euro=4,54 RM).
Le ore di sonno arretrate e il jetlag, piano piano iniziavano ad assopire le nostre menti (modo elegante per dire che eravamo un po’ rincoglioniti!). Nonostante ciò, siamo riusciti con rapidità a trovare la zona di partenza degli autobus per il centro e in pochi minuti avevamo il biglietto e ci stavamo per sedere sull’autobus (costo 10 RM per la corsa fino a KLSentral).  La nostra destinazione e soprattutto il suo letto, erano sempre più vicini!! (dall’aeroporto c’è in alternativa un treno KLIA express che conduce sempre a KL Sentral, il biglietto costa 55RM – ora capite perché abbiamo scelto il bus!)
A KL Sentral abbiamo preso un treno della linea LRT e in pochi minuti ci siamo ritrovati a due passi dalla guesthouse.

Prima opinione su Kuala Lumpur: l’arrivo è andato decisamente bene. Rispetto alle altre grandi città in cui siamo atterrati in passato, è stato tutto molto più semplice! Facile capire come raggiungere il centro e ad un prezzo accettabile.

kuala lumpur

Kuala Lumpur a piedi

Kuala Lumpur è una città grande, con grattacieli enormi e altissimi che a tratti oscurano il cielo, strade trafficate e a più livelli e lo smog onnipresente nonostante la pioggia… e in tutto ciò, come si può considerare anche solo lontanamente di visitarla a piedi?? Noi ci abbiamo provato e ci è piaciuto davvero molto!
Siamo partiti dalla piazza principale Merdeka Square, in passato un campo da cricket oggi luogo simbolo dell’indipendenza malese. Qui svetta la bandiera della Malesia, su una delle aste per bandiere più alte del mondo (circa 100 metri!!) non male 😉
Dalla piazza si possono ammirare vari palazzi come il Sultan Abdul Samad Building o Royal Selangor Club, dietro ai quali si nascondono altre perle come la Moschea Masjid Jamek Sultan Abdul Samad.
Quello che più ci ha colpito è il contrasto tra le linee morbide e armoniose di questi edifici leggermente colorati, e i grattacieli sullo sfondo così imponenti, grigi e squadrati.
Da qui abbiamo fatto una bella passeggiata nel quartiere Little India… I jalebi cucinati a lato strada, i negozi che vendono sari e il profumo di curry ci hanno riportato con la mente a qualche mese prima, quando camminavamo tra le caotiche strade di Dehli.

E per un po’ ci è sembrato di essere ancora lì, magari la mattina all’alba quando c’è poca gente (mancavano solo le mucche!).

Da Little India con una camminata un po’ più lunga, arriviamo nella zona più moderna, quella che ospita le Petronas Tower. Due enormi torri di acciaio e vetro così alte da rendere un po’ difficile la vista della sommità. Sul davanti una fontana che ci ha fatto ripensare alle belle fontane del Taj Mahal, ma credo che il ricordo fosse legato solo al fatto che venivamo da Little India! 🙂
Che bella Kuala Lumpur… basta fare pochi km e all’interno della stessa città si scoprono mondi diversi! E così dall’India passiamo alla Cina!
China Town, un quartiere della città che ci è piaciuto molto e non solo perché lì c’era la nostra guesthouse.
Moltissimi banchetti dove mangiare, negozi colorati, le onnipresenti lanterne… ma non solo! Qui si trova anche l’elegante Central Market, che un po’ ci ha deluso perché ci aspettavamo qualcosa di più rustico e meno turistico,un bellissimo tempio Indù e un tempio cinese.

Per riassumere la nostra Kuala Lumpur a piedi, vorremo usare due colori. L’arancione delle lanterne cinesi, dei jalebi a Little India, degli edifici coloniali. E il grigio dei grattacieli, delle strade sopraelevate e della modernità.

kuala lumpur

Fare sport a Kuala Lumpur

Ebbene sì, in tre giorni abbiamo anche fatto sport a Kuala Lumpur. No, non stiamo parlando del badminton o dell’hockey su prato… ci riferiamo alla scalinata! Avete letto bene, non scalata ma SCALINATA.
In particolare quella composta da 272 gradini che conducono alle Batu Caves, Si tratta di templi Indù costruiti all’interno di grotte molto suggestive, che si fanno notare anche grazie all’imponente statua del dio guerriero Murungan. Quella delle Batu Caves sembra essere la statua più grande al mondo costruita per questo dio. (statua più grande e asta della bandiera tra le più alte del mondo… non male come record Kuala Lumpur!).
Per arrivare alle grotte, è sufficiente prendere un treno da KL Sentral (andata/ritorno 5 RM).
Se si vuole arrivare sani e salvi alla fine della scalinata, il consiglio è di non portare cibo! L’insidia più grande sono infatti le scimmie che cercano di rubare qualunque cosa sia commestibile!

Come prima tappa del nostro viaggio, non poteva capitarci città migliore di Kuala Lumpur! Ci ha permesso di riprenderci dal jetlag e ci ha coccolato questi primi giorni a tratti un po’ annebbiati!

QUI trovate il nostro articolo che parla di Kuala Lumpur su LeccoOnline
batu caves kuala lumpur

QUI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA NOSTRA AVVENTURA IN MALESIA

Share it!

Kuala Lumpur in 3 giorni: prima tappa del nostro viaggio (Video) ultima modifica: 2018-01-12T15:50:36+00:00 da Angy&Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *