Malesia religione: tutte le informazioni

Quando si decide di fare un viaggio in un Paese è, secondo noi, importante conoscerne la cultura e le tradizioni per apprezzarlo a pieno.
La religione gioca sicuramente un ruolo chiave nell’influenzare usi e abitudini.
E se questo è vero nella maggior parte del mondo, lo è ancora di più in Malesia.
Un Paese multiculturale come forse pochi altri dove religioni diverse convivono pacificamente.
In questo articolo non entreremo troppo nel dettaglio delle pratiche religiose. Il nostro intento è quello di dare un quadro generale sulla religione in Malesia e di spiegare il perché di alcuni aspetti che saltano decisamente all’occhio quando si visita il Paese.
Ecco quindi alcune informazioni sulla religione in Malesia.

Potrebbe interessarti anche:
MONSONI IN MALESIA : QUANDO E DOVE ANDARE PER EVITARLI
PRELEVARE IN MALESIA: MEGLIO USARE LE CARTE O I CONTANTI?

Malesia religione: quante e quali?

I gruppi religiosi in Malesia si possono ricondurre a 5:
ISLAM: è la religione più diffusa e praticata da circa il 62% della popolazione. E’ la religione federale e ciò significa che tutti i malesi sono musulmani per legge.
BUDDISMO: praticato principalmente dalla comunità cinese, è la seconda religione in Malesia (20% circa di fedeli).
CRISTIANESIMO:(inaspettatamente per noi, che in 3 mesi in viaggio di chiese ne abbiamo viste pochissime) il cristianesimo è la terza religione in Malesia, praticata da circa il 9% della popolazione.
INDUISMO: Il 6% della popolazione malese è induista. Si tratta soprattutto della comunità indiana composta da discendenti di immigrati del Tamil Nadu, giunti in Malesia per lavorare nelle piantagioni di gomma britanniche.
ALTRE RELIGIONI: tra cui il confucianesimo, il taoismo e la religione tradizionale cinese.

Non partire senza la guida Lonely Planet aggiornata della Malesia.

Sei in cerca di una guida alternativa? Dai un’occhiata all’edizione Feltrinelli.

E non dimenticare di mettere in valigia l’adattatore universale per le prese di corrente.

 
malesia religione

Malesia religione: la libertà di culto

In teoria, in Malesia c’è libertà di culto.
La costituzione malese garantisce questa libertà e lo stato si definisce multiculturale e laico.
La realtà, però, è che tutti i malesi sono per legge musulmani mentre maggiori libertà ci sono per i non malesi che possono liberamente cambiare religione.
Un malese, nato in Malesia, che decida di convertirsi ad una diversa religione, andrà incontro a pene che vanno da multe a incarcerazione da parte del governo statale.
Il governo federale non interviene nelle controversie legali sulla conversione, lasciando ciò in mano ai tribunali religiosi che applicano la legge della sharia malese. Queste corti hanno stabilito che tutti i malesi etnici devono rimanere musulmani.
Ecco quindi che la libertà di culto teorizzata dalla costituzione malese viene decisamente meno quando si parla di malesi, ma si applica perfettamente a persone non di etnia malese.

Malesia religione: come la religione influenza la vita quotidiana

La Malesia è davvero il Paese multiculturale per eccellenza.
Tutte queste religioni convivono, infatti, pacificamente da moltissimi anni grazie a un intervento attento del governo che vieta propagande e manifestazioni che vadano a minare i rapporti tra i diversi culti.
Detto questo, la Malesia resta comunque un Paese a prevalenza musulmana ma la convivenza si traduce in alcuni aspetti davvero curiosi:
– A distanza di 200 metri l’uno dall’altro si possono trovare una moschea, un tempio indu e un tempio cinese. Harmony street a Malacca è proprio un esempio di questo.
SCOPRI QUI COSA VEDERE A MALACCA
– L’Islam vieta il consumo di carne di maiale, di alcolici e di carne non trattata con il procedimento di macellazione Halal. Tutti i fastfood si sono adattati a questo e la maggior parte dei ristoranti espongono il cartello che indica appunto il tipo di macellazione. Basta però andare nel quartiere di China Town di ogni città per potersi gustare carne di maiale sorseggiando una birra.
Bollywood, i chapati, i curry indiani e i coloratissimi templi indù, si trovano in ogni città, a pochi passi da China Town.
– Praticamente ogni settimana c’è una festa religiosa celebrata in uno dei quartieri della città. Natale, capodanno cinese e Diwali sono dichiarate feste nazionali a tutti gli effetti, insieme ad altre festività musulmane come il Mawlid (il compleanno di Maometto) ecc.

Malesia religione: 3 spettacolari luoghi di culto da non perdere in Malesia

1) La maestosa moschea di Putrajaya, costruita circa 20 km a sud delle città di Kuala Lumpur.
SCOPRI QUI COSA VEDERE A KUALA LUMPUR LA CAPITALE DELLA MALESIA
2) Le imponenti e affascinanti Batu Caves. Facilmente raggiungibili con un treno da Kuala Lumpur, queste grotte conservano al loro interno un tempio indu.
3) Kek Lok Si Temple sull’isola di Penang. Sui tratta di un imponente e coloratissimo tempio cinese buddista costruito a più livelli su una collina.
LEGGI ANCHE: COSA VEDERE A PENANG

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *