In Giappone si festeggia il Natale?

Se ti stai chiedendo se in Giappone si festeggia il Natale, la risposta è assolutamente sì.
Aspetta, però, perché il 24/25 Dicembre i giapponesi non si ritrovano a mangiare panettoni e di certo non vanno in chiesa (almeno la maggior parte).
Festeggiare il Natale in Giappone vuol dire una cosa completamente diversa da quella ci si potrebbe aspettare e in genere implica pollo fritto, luci e San Valentino.
Sì, tre cose che non c’entrano nulla l’una con l’altra ma che per qualche strano motivo in Giappone hanno un senso.
Ma andiamo per ordine…

Stai organizzando un viaggio in Giappone?
Non partire senza la guida Lonely Planet per il Giappone.
Metti in valigia l’adattatore universale per le prese di corrente.
La migliore assicurazione di viaggio Low Cost (e un 10% di sconto per te)!

in giappone si festeggia natale

Potrebbe interessarti anche:
Quanto costa il Giappone? La guida completa con tutti i costi
Prelevare in Giappone: carte o contanti
Quando andare in Giappone? Il periodo migliore e il peggiore a seconda degli interessi

PERCHÉ in Giappone si festeggia il Natale?

La festa di Natale in Giappone ha perso tutta la religiosità a cui è legata in Occidente ed è più una “trovata marketing”.
Ma questa tradizione è arrivata in terra nipponica molti molti anni fa, probabilmente nel 1552 quando un missionario gesuita celebrò la prima messa nel Paese. Nel 1600, però, la religione cristiana venne vietata in Giappone e così tutte le celebrazioni per molti anni vennero fatte in gran segreto.
Con l’avvento della dinastia Meji la religione cristiana tornò ad essere legale e quindi anche il Natale tornò ad essere festeggiato “pubblicamente”.
Questi sono anche gli anni in cui compare per la prima volta la figura di Babbo Natale chiamato dai giapponesi Santa-San.
Non esiste una vera e propria traduzione giapponese della parola Natale. Il termine, infatti, è stato importato dall’inglese Christmas che in giapponese diventa Kurisumasu. Se vorrai augurare Buon Natale a un giapponese dovrai quindi dirgli Merii Kurisumasu.

COME in Giappone si festeggia il Natale?

Se ti troverai in Giappone a Natale, non aspettarti di vedere la gente fare la coda al supermercato per comprare il panettone o tutto l’occorrente per una cena/pranzo con i parenti. Il 24/25, infatti, vengono festeggiati in modo completamente diverso e alquanto bizzarro.

San Valentino

Il Natale in Giappone è una festa romantica che va passata con la propria dolce metà, quindi non come da noi dove le cene e i pranzi con parenti che si vedono una volta all’anno, sono il centro della due giorni gastronomica.
Le coppie passano insieme la sera della Vigilia passeggiando per i negozi o ammirando le luminarie e dopo una cena romantica, si scambiano anche il regalo.
Una tradizione dice che le coppie che si trovano sotto la Tokyo Tower la sera del 24, si debbano giurare amore eterno.
Chi è single, invece, in genere partecipa a una delle tante feste organizzate da club e discoteche, oppure si diverte con gli amici al karaoke. Come una serata qualunque insomma.
Generalmente,quindi, il Natale in Giappone viene festeggiato il 24 perché il 25 molti lavorano come un giorno normale della settimana.

Le luci

Per quanto riguarda le luminarie natalizie il Giappone, invece, non è da meno rispetto ai Paesi occidentali. Anzi, potremmo dire che forse è anche più avanti dato che spesso le luci vengono installate 2 mesi prima per poi essere tolte prontamente la sera del 25 Dicembre.
Quello delle luminarie è uno spettacolo che attrae grande e piccini soprattutto nelle grandi città come Tokyo.
Nelle case giapponesi, però, difficilmente si potranno vedere luci, alberi di natale e decorazioni e la ragione è legata più a motivi di mancanza spazio che altro.

Il pollo fritto

Sì, hai letto bene. Il “piatto” tipico del Natale in Giappone è il pollo fritto. Una tradizione davvero strana, legata a una campagna pubblicitaria fatta da KFC- Kentucky Fried Chicken, una catena americana di fast food specializzata appunto in pollo fritto.
Erano gli anni 70 e il primo KFC apriva in Giappone. Il manager Takeshi Okawara decise di proporre il secchio di cartone pieno di pollo fritto come menù di Natale. Il pollo sarebbe andato a sostituire il tradizionale tacchino delle feste americane. La campagna pubblicitaria ebbe un enorme successo e da allora il pollo fritto è diventato un “piatto” della tradizione natalizia giapponese.
Oggi, in questa catena, il pollo fritto va prenotato molte settimane in anticipo perché il giorno di Natale va letteralmente a ruba.
Il menù natalizio proposto da KFC comprende diverse opzioni tutto con decori natalizi e ovviamente con il pollo fritto come ingrediente principale!

La torta di Natale

Oltre al pollo fritto, la torta è fondamentale per la perfetta festa di Natale giapponese.
Si tratta di una torta tonda simile al pan di spagna, ricoperta di panna montata e fragole e altre decorazioni come babbi natale di zucchero. Questo dolce si sarebbe diffuso nel Paese durante la ricrescita economica nel dopoguerra perché era visto come un lusso non più destinato solo agli americani.
L’aspetto di questa torta richiama sia i colori del natale che quelli della bandiera giapponese: il bianco della panna e il rosso delle fragole.
Tutte le torte di Natale vengono svendute la sera del 25.

DOVE andare a festeggiare il Natale se ci si trova in Giappone

Se sei capitato in Giappone proprio il 24 e 25 dicembre, ti consigliamo alcuni posti dove andare a vedere le luminarie e respirare un po’ di atmosfera:

  • Roppongi Hills a Tokyo è il posto giusto per vedere delle bellissime luci e un albero alto 8 metri.
  • Nella zona di Odaiba, sempre a Tokyo, vengono installati 40 alberi lungo un viale di 200 metri. Davvero suggestivo.
  • Il festival di Hakodate, famoso in tutto il mondo per le bellissime luci.
  • Ashikaga Flower Park, a poche ore a nord di Tokyo, è un parco che viene interamente riempito di luci. Davvero suggestivo.
  • A Kobe, una cattedrale gotica si illumina e colora grazie a un progetto portato avanti da un italiano e un giapponese.
  • La più lunga via illuminata del mondo si trova invece ad Osaka. Qui oltre alle luci, potrai goderti i banchetti con cibi, souvenir e prodotti locali.

LEGGI QUI ALTRI ARTICOLI SUL GIAPPONE

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *