Visto India – eVisa: come richiederlo online senza cadere in truffe

Ottenere un visto turistico per visitare l’India è diventata una procedura veloce da quando è stato introdotto l’e-Visa.
Basta, infatti, attendere un paio di giorni dalla compilazione per ottenere una mail di approvazione valida per viaggiare nel Paese.
L’insidia, però, sta proprio nella fase di inserimento dati sul sito dell’Ambasciata Indiana, dove le domande, tutte in lingua inglese sono spesso un po’ ambigue.
Anzi, a dirla tutta, le difficoltà iniziano ancora prima, quando si deve trovare il sito corretto per la richiesta di visto.
In questo articolo parleremo del visto necessario per recarsi in India per motivi di turismo.
Ecco quindi tutte le informazioni per richiederlo correttamente e una guida passo passo alla compilazione del questionario.

visto india e visa

Prenota con Booking.com il migliore hotel di Delhi a tariffe vantaggiose

Leggi il miglior libro mai scritto sull’India

Non partire senza la Lonely Planet dell’India!

VISTO INDIA: QUALE E’ IL SITO INTERNET CORRETTO

La prima cosa a cui fare attenzione quando si intende fare la richiesta del visto turistico per l’India è trovare il sito internet corretto.
Può sembrare scontata come affermazione, in realtà, per l’India esistono siti internet di moltissime agenzie che permettono di fare il visto tramite il loro portale ma che applicano delle commissioni molto alte.
Riconoscere questi siti web non è semplicissimo perché hanno nomi molto simili a quello ufficiale.
“Indian online application” ad esempio è uno dei primi siti che escono quando si fa la ricerca Google ma NON è il sito ufficiale.
L’unico sito da cui deve essere inoltrata la richiesta di visto è il seguente:
https://indianvisaonline.gov.in/visa/index.html

Per avere la certezza che questo sia il sito corretto, è sufficiente fare un controllo sul sito della Farnesina ViaggiareSicuri, nella pagina dedicata al Paese (QUI IL LINK)

Clicca qui per maggiori informazioni su come utilizzare il sito ViaggiareSicuri della Farnesina

VISTO INDIA: CHE TIPO DI VISTO E’ L’E-VISA E QUANTO DURA

L’E-visa turistico è il visto indicato per chi si reca in India per i seguenti motivi: vacanza, visita per incontrare amici e parenti, trattamenti medici di breve durata o visite di lavoro occasionali.
Il visto ha validità 60 giorni dalla data di ingresso nel Paese e consente due ingressi (sempre all’interno del periodo di 60 giorni).
Può essere richiesto a partire da 120 giorni fino a 4 giorni prima della data di arrivo in India.
L’e-Visa non può essere rinnovato.
Allo scadere è necessario richiederne uno nuovo.
E’ possibile richiedere solo 2 e-Visa nell’arco dell’anno.
Per richiedere l’e-Visa è necessario avere il passaporto con validità minima 6 mesi e due pagine libere, di uno dei Paesi indicati sul sito dell’Ambasciata Indiana.
All’arrivo in India è necessario inoltre dimostrare di avere un biglietto di ritorno e risorse sufficienti per i soggiorno.
I porti da cui è consentito l’ingresso sono: Ahmedabad, Amritsar, Bagdogra, Bengalore, Calicut, Chennai, Chandigarh, Cochin, Coimbatore, Delhi, Gaya, Goa, Guwahati, Hyderabad, Jaipur, Kolkata, Lucknow, Mangalore, Mumbai, Nagpur, Pune, Tiruchirapali, Trivandrum, Varanasi, Cochin, Goa e Mangalore. L’uscita dal Paese può avvenire da ognuno degli Immigration Check Post autorizzati in India.

Potrebbe interessarti anche:
Accessori viaggio indispensabili per girare il mondo
Liquidi nel bagaglio a mano, quali sono consentiti
Quali vaccini fare per un viaggio in Asia

VISTO INDIA: COME RISPONDERE ALLE DOMANDE

Una volta trovato il sito internet corretto e capito che questo è il visto adatto alle proprie esigenze, è necessario compilare un form con diverse domande.
I quesiti sono molti quindi meglio armarsi di pazienza ed essere preparati a rispondere a domande che non sembrano centrare nulla con il visto come la propria religione o i dati dei propri genitori… ma anche questo fa parte dell’India!
Ecco come procedere:

PRIMA SCHERMATA

https://indianvisaonline.gov.in/evisa/Registration
visto India
Dopo aver cliccato su “CONTINUE” apparirà un messaggio che informa che per procedere con la richiesta del visto sono necessari:
– Foto a colori recente del richiedente(dimensioni 2in X 2in) non più grande di 1MB;
– Copia della pagina di passaporto che contiene tutte le informazioni personali.
Attenzione: non significa dover andare dal fotografo o fare delle fotocopie, si tratta di file da caricare sul sito prima di terminare la procedura.

SECONDA SCHERMATA – PAGINA 1

Quando si arriva a questa schermata è importante annotarsi il Temporary application ID che può essere utile nel caso si debba recuperare il documento che si era iniziato a compilare.
visto india
Cliccando su “SAVE AND CONTINUE” si passa alla pagina successiva.
Se si preferisce continuare la compilazione in un secondo momento, consigliamo di selezionare “Save and temporarly exit” e annotarsi l’Application ID per recuperare i dati già inseriti.
Attenzione: è importante compilare tutti i capi obbligatori per poter procedere alla pagina successiva.

SECONDA SCHERMATA – PAGINA 2

visto india
Cliccando su “SAVE AND CONTINUE” si passa alla pagina successiva.
Se si preferisce continuare la compilazione in un secondo momento, consigliamo di selezionare “Save and temporarly exit” e annotarsi l’Application ID per recuperare i dati già inseriti.
Attenzione: è importante compilare tutti i capi obbligatori per poter procedere alla pagina successiva.

SECONDA SCHERMATA – PAGINA 3

Esatto… esiste anche una pagina 3.
Il visto per l’India sembra davvero essere infinito.
Ma non demordere ormai manca poco!
visto india
E’ importante che tutte le informazioni inserite siano veritiere, soprattutto per quelle riguardanti precedenti visite nel Paese.
Se a seguito di controlli dovessero risultare ingressi in India che non hai indicato, il visto potrebbe venire negato.

VISTO INDIA: COME CARICARE LA FOTO E LA PAGINA DEL PASSAPORTO

Dopo aver risposto a tutte le domande, la fatica non è ancora finita.
E’ infatti necessario caricare una propria foto che deve avere le seguenti caratteristiche:
– Posizione frontale, senza ombre, con sfondo bianco e senza oggetti che coprano il volto.
– Il file deve avere una dimensione di 2inches x 2 inches e non pesare più di 1Mb. Il programma Paint di Microsoft può essere un aiuto se non si hanno altri mezzi a disposizione.

Stesso discorso deve essere fatto quando si carica la foto della pagina del passaporto che contiene tutti i propri dati (quella dove c’è la propria foto per intenderci).
Attenzione: è importante che non ci siano ombre che coprono eventuali dati e che l’immagine non sia sfuocata.

VISTO INDIA: COME EFFETTUARE IL PAGAMENTO

E ora arriviamo al tasto dolente, il pagamento della fee per il visto.
A partire dal 2018, per chi possiede un passaporto italiano, è necessario pagare 80$ a cui va aggiunto il 2,5% di spese per il procedimento.
Insomma una bella cifra per un visto.
E’ importante segnalare che questi soldi non vengono restituiti nel caso la domanda non andasse a buon fine e il visto venisse negato.
Ci sono due opzioni per effettuare il pagamento:
– SBIePay per carte del circuito MasterCard e VISA.
– Axis Bank per le carte Visa, MasterCard e Maestro. Suggeriamo di utilizzare questa seconda opzione.

VISTO INDIA: QUANDO IL VISTO E’ APPROVATO

Una volta terminate le procedure di pagamento, si riceverà una email all’indirizzo indicato in fase di registrazione, con il seguente oggetto: “Status regarding e-Visa application id :*********
Questa NON è la mail di conferma del visto ma serve solo ad informare della presa in carico della richiesta.
Il visto e-visa è confermato entro 72 ore con un’ulteriore email, il cui testo è il seguente:
visto india
Questa email deve essere stampata e presentata con il passaporto e un ulteriore foglietto (che viene consegnato sull’aereo) agli ufficiali di dogana al momento dell’accesso nel Paese.
E’ fatta, finalmente puoi goderti il tuo viaggio nella meravigliosa e folle India.

Se, invece, non hai ricevuto la mail di conferma, puoi tornare sulla pagina principale del sito per l’e-Visa e selezionare “Visa Status”.
Inserendo i dati richiesti, tra cui l’application ID potrai scoprire a che punto è la tua richiesta di visto.

Se, l’articolo ti è stato utile o se hai bisogno di altre informazioni, lasciaci un commento.

Per altri consigli utili per organizzare al meglio un viaggio India, dai un’occhiata qui.

Share it!

 

beyond the trip ebookCiao, siamo Angela e Paolo e a gennaio 2018 siamo partiti per un viaggio a tempo indeterminato. Da allora giriamo il mondo con un budget di 10€ al giorno.

SCOPRI TUTTO NEL NOSTRO eBOOK

4 Commenti

  1. Mauri

    Buongiorno, una curiosità:
    nella pagina di come compilare il modulo per la E-Visa su India, dovendo passare dal volo intercontinentale a quello domestico, il porto di arrivo da indicare è il primo in india o quello della destinazione finale sempre in India?

    1. Ciao,
      se per passare al volo domestico devi uscire dall’aeroporto ad esempio per cambiare terminal, allora sul modulo E-Visa devi indicare il primo aeroporto di arrivo.
      Pensiamo ad esempio a Delhi, dove per andare dall’aeroporto intercontinentale a quello domestico, devi uscire e cambiare terminal.
      Buon viaggio in India!!

  2. Claudia

    Ciao ragazzi, due curiosità, nel vostro caso, essendo stati più di due mesi in India, avete fatto l’E-visa e poi avete richiesto l’estensione una volta là? E x il volo di rientro da inserire durante la compilazione, avendo proseguito via terra come siete riusciti a farlo? Grazie mille! Articoli davvero molto interessanti! Buon viaggio!!!

    1. Ciao Claudia, noi abbiamo richiesto il visto in ambasciata e abbiamo ottenuto quello di un anno. Ci hanno comunque richiesto un volo di uscita, quindi abbiamo prenotato il volo più economico disponibile (20€ per Bangkok). Grazie mille! Angela&Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *